CITTADINI LIBERI DALLE MAFIE, a.s. 2020/21

Percorso educativo multidisciplinare su Cittadinanza, Legalità e Memoria per n. 49 classi di n. 22 Scuole Secondarie di I e II Grado di Ravenna

 

CITTADINI LIBERI DALLE MAFIE, a.s. 2020/21

Cittadini liberi dalle mafie” è un progetto multidisciplinare articolato in differenti percorsi formativi in grado di coinvolgere studenti e docenti delle Scuole Secondarie di I e II Grado di Ravenna in attività riguardanti i temi di Cittadinanza, Legalità e Memoria. A questo proposito sono individuati i seguenti laboratori suddivisi sulla base dei destinatari di riferimento:
 
Scuole Secondarie di I grado – n. 14 scuole / n. 30 classi
 
1. Liberi da mafie e corruzione – percorso base
 
percorso formativo per un’approfondita comprensione delle mafie in Italia e delle implicazioni dirette e indirette nella vita di tutti noi, al Sud come al Nord; sensibilizza sulle forme di resistenza passate e presenti di Stato e società civile a questo multiforme e radicato fenomeno; focalizza l’attenzione sulle infiltrazioni mafiose al Nord e sulle modalità di penetrazione dell’economia legale attraverso lo strumento prioritario della corruzione ed attività come il riciclaggio del denaro sporco; sensibilizza inoltre sulla conoscenza e sul contrasto di ogni forma o mentalità di ignoranza e prevaricazione, con particolare riguardo ai sempre più frequenti fenomeni di intolleranza, violenza, bullismo e cyber bullismo, dentro e fuori le mura scolastiche, inquadrabili sempre all’interno di una sorta di “cultura mafiosa”, nel macro come nel micro.
 
2. Memoria e Cittadinanza – su strage del 2 agosto e reazione di Bologna
 
percorso formativo con focus sulla strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 atto ad analizzare l’eccezionale esempio storico di Resistenza civica e civile della popolazione e dell’amministrazione cittadina contro la “strategia del terrore”; straordinario esempio di Partecipazione e Senso civico dell’Associazione tra i familiari delle vittime del 2 agosto 1980 per la ricerca della Verità e della Giustizia per tutte le stragi avvenute in Italia.
 
3. L’Azzardo non è un Gioco – su azzardo, rischi e diffusione
 
percorso formativo di riflessione sul significato profondo dell’azzardo e sulla sua radicale differenza rispetto all’elemento ludico, i cui principi e valori sono in netta contrapposizione a ciò che viene impropriamente definito “gioco”; informa sui motivi della sua massiccia diffusione in Italia e sensibilizza sui gravi pericoli ad esso connessi con particolare riguardo alla dipendenza compulsiva diffusasi negli ultimi anni tra i giovani ed i giovanissimi anche e soprattutto attraverso i siti di scommesse on-line; analizza l’azzardo come uno dei principali settori di riferimento per il riciclaggio del denaro sporco delle mafie finalizzato all’infiltrazione/radicamento nell’economia legale; esempi di inchieste e processi riguardanti il territorio emiliano romagnolo.
 
4. La Bellezza dell’antimafia civile e istituzionale (per docenti in orario extra scolastico)
 
laboratori di approfondimento sui contenuti progettuali con focus su argomenti e tematiche individuate in collaborazione con i docenti referenti; fra le proposte anche quelle relative ai sopraindicati percorsi su Memoria. Cittadinanza e Azzardo.
 
ORGANIZZAZIONE DEI PUNTI 1, 2, 3: n. 2 moduli (2 ore cadauno) + n. 1 incontro con testimone (2 ore)
ORGANIZZAZIONE PUNTO 4: n. 3 incontri pomeridiani (2,5 ore cadauno)
 
—-
 
Scuole Secondarie di II grado – n. 8 scuole / n. 19 classi
 
1. Liberi da mafie e corruzione / vedi sopra
 
2. Memoria e Cittadinanza / vedi sopra
 
3. Sudditi o Cittadini – su cittadinanza attiva
 
laboratori di cittadinanza attiva su principi e pratiche della Partecipazione e della Cittadinanza attiva; prendendo spunto e libera ispirazione dal gioco “La Città” del Gruppo Abele, sviluppa un gioco di ruolo fondato su dinamiche di gruppo in grado di far comprendere agli studenti l’importanza del concetto di “comunità” e di come il benessere della stessa si fondi sul contributo quotidiano e intelligente di tutti i cittadini; sensibilizza sulla centralità della sinergia fra istituzioni, associazioni, privati, famiglie e cittadini per il perseguimento del benessere individuale e collettivo; sviluppa spunti e proposte per il proprio stesso territorio.
 
4. Principi e pratiche di cittadinanza attiva (per studenti in orario extra scolastico)
 
laboratori per l’approfondimento dei contenuti del percorso realizzato e nozioni base per la preparazione di una eventuale intervista o videointervista al testimone diretto (se disponibile) che interviene nell’incontro finale o ad altra persona rilevante dal punto di vista delle tematiche trattate (giornalisti, operatori del Terzo Settore, esperti in materia, ecc).
 
ORGANIZZAZIONE DEI PUNTI 1 e 2: n. 2 moduli (2 ore cadauno) + n. 1 incontro con testimone (2 ore)
ORGANIZZAZIONE PUNTO 3: n. 3 moduli (2 ore cadauno)
ORGANIZZAZIONE PUNTO 4: n. 3 incontri pomeridiani (2,5 ore cadauno)
 
Progetto realizzato da Associazione Pereira APS in co-partecipazione e con il contributo del Comune Ravenna
 
Con il patrocinio e la collaborazione di:
Avviso Pubblico; Sos Impresa; Confesercenti; Libera; Arci

STUDENTI E DOCENTI DI BOLOGNA E IMOLA…LIBERI DALLE MAFIE!

Percorso educativo multidisciplinare su Cittadinanza, Legalità e Memoria per n. 23 classi di n. 13 Istituti Superiori di Bologna e Imola

 

 
Progetto multidisciplinare articolato in differenti percorsi formativi in grado di coinvolgere studenti e docenti in attività riguardanti i temi di Cittadinanza, Legalità e Memoria attraverso i seguenti laboratori, in presenza e/o a distanza, così suddivisi:
 
- Liberi da mafie e corruzione (n. 13 classi)
- Memoria e Cittadinanza (n. 7 classi)
- L’Azzardo non è un Gioco (n. 3 classi)
 
In “piccolo” sensibilizza sul contrasto ad ogni forma di ignoranza/prevaricazione con particolare riguardo ai fenomeni di intolleranza, bullismo e cyber bullismo.
Fornisce inoltre conoscenze sull’uso consapevole del web per stimolare un approccio critico e costruttivo sulle nuove tecnologie e sul ruolo dell’informazione e della comunicazione.

 
Con il contributo di:
Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna
Fondazione Cassa di Risparmio di Imola
La Bcc credito cooperativo ravennate forlivese e imolese
 
Con il patrocinio e la collaborazione di:
MIUR – Ufficio Scolastico Regionale
Comuni di Bologna e Imola
Avviso Pubblico; Sos Impresa; Confesercenti; Libera; Arci; Archivio Storico Pedrelli; Associazione Giocatori Anonimi

LA CASA DI PAOLO BORSELLINO

...e di tutti gli italiani onesti che sentono ancora il fresco profumo della Libertà

 

 
La Casa di Paolo (4’50” Italia 2015)
 
Realizzato da:
Matteo Pasi, Massimo Venieri, Fabrizio Varesco
 
Il video è stato realizzato dall’Associazione Pereira e dalla Varesco Produzioni a titolo puramente gratuito, in segno dell’amicizia e della stima per Salvatore Borsellino e per il movimento delle Agende Rosse.
 
 
Finanziamenti, contributi e sostegni – anno 2020
 
ENTI PUBBLICI – Totale: 36.410,40 euro

 
• Unione Comuni Bassa Romagna – euro 27.960,40
• Comune di Ravenna – euro 5.250,00
• Istituto Belluzzi-Fioravanti di Bologna – euro 1.550,00
• Istituto A. Oriani di Faenza – euro 1.250,00
• Istituto Comprensivo di Bagnacavallo – euro 250,00
• Istituto F. Corni di Modena – euro 150,00
 
ENTI PRIVATI – Totale: 4.420,00 euro
 
• Fondazione Del Monte – euro 4.000,00
• Documentaristi Emilia Romagna – euro 270,00
• Circolo di Cultura Cinematografica Santa Rita – euro 100,00
• Donazioni private – euro 50,00