LIBERI DALLE MAFIE nelle scuole di Ravenna e Comacchio!

Percorso educativo multidisciplinare contro mafie e corruzione in 13 Scuole Secondarie di I grado di Ravenna e provincia, Comacchio e Porto Garibaldi

 

LIBERI DALLE MAFIE nelle scuole di Ravenna e Comacchio!

 
Il progetto si propone, attraverso diverse fasi, di informare e sensibilizzare studenti e docenti degli Istituti Scolastici Comprensivi di Ravenna e Comacchio (FE) sulle tematiche della lotta a mafie e corruzione, promozione di una cultura della Legalità e della Giustizia, educazione alla partecipazione e al senso civico contro ogni forma di intolleranza, razzismo e sfruttamento.
 
A questo proposito viene realizzato un percorso formativo in grado, non solo di fornire gli strumenti per una migliore e più approfondita comprensione delle mafie in Italia e delle sue implicazioni nella vita di tutti noi, al Sud come al Nord, ma anche di educare, informare e sensibilizzare studenti e docenti sulle forme di resistenza che la società civile ha saputo opporre nel tempo, e oppone tuttora, a questo fenomeno. Il percorso non manca inoltre di focalizzare l’attenzione sul fenomeno delle infiltrazioni mafiose al Nord, con particolare riguardo al territorio emiliano-romagnolo.
 
Il progetto propone inoltre, come elemento innovativo, di informare e sensibilizzare gli studenti sull’utilizzo delle nuove tecnologie in modo intelligente e consapevole, con particolare riferimento al mondo dei social network, blog, siti d’informazione, ecc, anche e soprattutto in relazione al contrasto dei sempre più frequenti fenomeni di intolleranza, bullismo e cyber bullismo. Attraverso le testimonianze di diversi attori ed esperti del settore, funge inoltre da momento di incontro, conoscenza e confronto tra il mondo scolastico, quello istituzionale e quello associativo, con l’obiettivo di innescare un trend di partecipazione ed interesse da parte di studenti, docenti e cittadinanza sui temi trattati.
 
Sono previsti infine degli eventi conclusivi dell’iter progettuale rivolti a tutte le classi degli istituti coinvolti – così come alle Istituzioni e alle associazioni locali – che vedrà la partecipazione di importanti personalità, locali e nazionali, della lotta contro le mafie e la corruzione.
 
Le precedenti edizioni del progetto hanno visto la partecipazione di diverse personalità di spicco della lotta contro le mafie, in particolare:
 
RITA BORSELLINO – sorella di Paolo, parlamentare europea
 
SALVATORE BORSELLINO – fratello di Paolo, fondatore del movimento Agende Rosse
 
PIERGIORGIO MOROSINI – giudice antimafia di Palermo, presidente della Commissione Riforme del CSM (Consiglio Superiore della Magistratura)
 
DON LUIGI CIOTTI – presidente di Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie
 
NANDO DALLA CHIESA – figlio del Generale Carlo Alberto, presidente onorario di Libera
 
CARLO LUCARELLI – scrittore ed autore della trasmissione Rai Blu Notte
 
GIOVANNI IMPASTATO – fratello di Peppino, vittima di Cosa Nostra
 
GIOVANNI TIZIAN – giornalista calabrese sotto scorta per le minacce ricevute a seguito delle sue inchieste sull’infiltrazione dell’ndrangheta a Modena e in Emilia Romagna
 
PINO MASCIARI – ex imprenditore calabrese vittima di racket, Testimone di Giustizia
 
ELENA FAVA – figlia del giornalista e drammaturgo Pippo Fava; già presidente della Fondazione
Giuseppe Fava di Catania
 
IL TAPPETO DI IQBAL – cooperativa sociale del quartiere Barra (NA) composta da giovanissimi ragazzi/e tolti dalla strada, che lotta contro la camorra e l’altissima dispersione scolastica attraverso il teatro, la musica e la propria diretta testimonianza
 
‘A67, band musicale di Scampia (NA), curatrice del progetto editoriale “Scampia trip”
 
 
ISTIITUTI SCOLASTICI ADERENTI
 
Scuole Secondarie di I grado
 
• RA VENNA E PROVINCIA
“Don Minzoni” (Ravenna); “M. Montanari” (Ravenna); “R. Muratori” (Ravenna); “S. P. Damiano” (Ravenna); “D. Novello” (Ravenna); “Istituto Tavelli” (Ravenna); “E. Mattei” (Marina di Ravenna); “M. Valgimigli” (Mezzano); “G. Zignani” (Castiglione di Ravenna); “R. Gessi” (San Pietro in Vincoli); “V. da Feltre” (San Pietro in Campiano)
 
• COMACCHIO E PORTO GARIBALDI
“A. Zappata” (Comacchio); “G. Casati” (Porto Garibaldi)
 
Istituti Scolastici Superiori
 
“A. Pescarini” (Ravenna); “R. Brindisi” (Lido degli Estensi)
 

 
CON IL CONTRIBUTO DI :
Comune di Ravenna – Assessorato Pubblica Istruzione e Infanzia
Comune di Comacchio – Servizio Pubblica Istruzione e Pari Opportunità
Regione Emilia Romagna

 
IN COLLABORAZIONE CON :
Libera – Ravenna
Confesercenti – Ravenna
S.O.S. Impresa – Ravenna

MEMORIA e IMPEGNO NELLE SCUOLE DELL’EMILIA ROMAGNA

Proiezioni, dibattiti e testimonianze dirette sulla Memoria del nostro Paese

 

Ogni anno numerose scuole medie e superiori chiedono all’Associazione Pereira di parlare-dibattere-conoscere-confrontarsi sulla Memoria del nostro Paese: dal 2010 la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 è stata raccontata con immagini, suoni, voci e testimonianze dirette a più di 4.500 studenti/esse dell’Emilia Romagna, che hanno potuto dibattere con i testimoni diretti delle vicende narrate quali superstiti, familiari di vittime della strage, magistrati, giornalisti ed esperti in materia.
 
Di seguito le ultime proiezioni pubbliche de Un Solo Errore – Bologna 2 agosto 1980 (64’ Italia 2012)
 
- lunedì 1 agosto
presso la Biblioteca Lame-Malservisi di Bologna
in collaborazione con ANPI e Comune di Bologna, proiezione e dibattito con i responsabili dei soccorsi in stazione del 2 agosto 1980
 
- martedì 2 agosto
presso la rassegna cinematografica Humareels di Bologna, proiezione e dibattito finale
 
- venerdì 12 agosto
presso il Parco “La Quercia” di Suzzara (MN)
in collaborazione con ANPI Mantova, a seguire dibattito con gli autori e testimonianza di AGIDE MELLONI autista del tristemente famoso autobus 37
 
Le attività sono realizzate a titolo gratuito.

LA CASA DI PAOLO BORSELLINO

...e di tutti gli italiani onesti che sentono ancora il fresco profumo della Libertà

 

 
La Casa di Paolo (4’50” Italia 2015)
 
Realizzato da:
Matteo Pasi, Massimo Venieri, Fabrizio Varesco
 
Il video è stato realizzato dall’Associazione Pereira e dalla Varesco Produzioni a titolo puramente gratuito, in segno dell’amicizia e della stima per Salvatore Borsellino e per il movimento delle Agende Rosse.
 
Per contribuire alle attività documentaristiche e ai percorsi di informazione e sensibilizzazione contro mafie e corruzione realizzati ogni anno in più di 70 scuole medie e superiori dell’Emilia Romagna, dona il tuo 5Xmille all’Associazione Pereira nella dichiarazione dei redditi, segnalando nome e codice fiscale: 91018300391.