CORSO DI FORMAZIONE PER NEO FORMATORI/TRICI 2019/20

per l'inserimento di 3 nuovi educatori/educatrici all'interno del percorso formativo multidisciplinare "Liberi dalle mafie", a cura di Associazione Pereira, Sos Impresa, Confesercenti

 

CORSO DI FORMAZIONE PER NEO FORMATORI/TRICI 2019/20

Aperte le candidature per la partecipazione al corso 2019 per l’inserimento di 3 nuovi educatori/educatrici all’interno del percorso formativo multidisciplinare “Liberi dalle mafie“, presso gli Istituti Comprensivi e Superiori del territorio dell’Emilia Romagna.
 
Il corso è gratuito e viene realizzato nelle date di seguito indicate, presso la sede di Confesercenti a Ravenna in piazza Bernini 7, per un numero massimo di 24 candidati.
 
E’ prevista la possibilità di seguire il corso anche non candidandosi alla selezione finale: il numero dei partecipanti al corso non potrà in ogni caso essere superiore a 30.
 
Scadenza termini d’iscrizione: lunedì 9 settembre 2019.
 
MODALITA’ D’ISCRIZIONE
 
Per iscriversi al corso e candidarsi alla selezione finale, inviare curriculum vitae e modulo d’iscrizione compilato in tutte le sue parti a: info@associazionepereira.it, all’attenzione di Matteo Pasi, Presidente Associazione Pereira.
 
Nel modulo di iscrizione è richiesto di specificare le motivazioni alla base della candidatura, fondamentali per la valutazione della stessa, e l’accettazione senza riserve del Regolamento 2019.
 
Tutte le domande vengono valutate e sottoposte ad una preselezione sulla base dei seguenti criteri:
 
motivazioni alla base della candidatura
➢ esperienze e interessi pregressi sull’argomento
➢ propensione all’apprendimento di contenuti e modalità multidisciplinari
➢ propensione al lavoro di gruppo
➢ propensione all’approccio maieutico e all’aggiornamento continuo
➢ età compresa tra i 22 e i 45 anni
(preferenziale)
 
La preselezione di un numero massimo di 24 candidati avviene ad insindacabile giudizio del comitato di valutazione composto da rappresentanti di Associazione Pereira, Sos Impresa e Confesercenti.
 
STRUTTURA E DATE
 
Il corso verte principalmente sull’analisi di contenuti e metodi del progetto “Liberi dalle mafie”. L’obiettivo principale è formare su contenuti e metodi alla base del progetto in modo da saperlo ripresentare in sede di prova finale e successivamente nelle aule scolastiche.
 
Il corso è strutturato nelle seguenti date e orari:
 
lun 16 settembre, ore 9.00-12.00Il fenomeno mafioso e corruttivo in Italia / prima parte (a cura di Ass. Pereira)
 
mar 17 settembre, ore 9.00-12.00Il fenomeno mafioso e corruttivo in Italia / seconda parte (a cura di Ass. Pereira)
 
gio 19 settembre, ore 10.00-12.00La bellezza dell’antimafia sociale ed istituzionale (a cura di Ass. Pereira)
 
ven 20 settembre, ore 10.00-12.00Le mafie in Emilia Romagna: un azzardo da evitare (a cura di Varesco Produzioni / Ass. Pereira)
 
lun 23 settembre, ore 10.00-12.00Usura e pizzo in Emilia Romagna: strategie di contrasto (a cura di Sos Impresa nazionale)
 
mer 25 settembre, ore 10.00-12.00Le mafie a Ravenna e in Emilia Romagna (a cura di Libera Forlì)
 
mer 2, gio 3, mer 9, gio 10 ottobre, ore 9.00-12.00Prove finali di selezione / n. 3 prove a mattina
 
I candidati, a coppie, replicano parte dei primi due incontri formativi (16 e 17 settembre) secondo i contenuti e le modalità precedentemente acquisite.
Viene simulata una “situazione d’aula” (di classe media o superiore) e messi a disposizione gli strumenti sotto indicati. Il pubblico delle prove è composto dagli stessi partecipanti e dagli operatori Pereira presenti: la modalità di partecipazione dei candidati alle prove in veste di pubblico rappresenta uno dei criteri di valutazione per la selezione finale.
 
Ai candidati è richiesto di premunirsi di quaderni e penne durante lo svolgimento delle attività.
 
Strumenti in dotazione: computer; videoproiettore; impianto audio; lavagna; pennarelli.
 
PROVE E SELEZIONE FINALE
 
L’esito della prova è a insindacabile giudizio del comitato di selezione designato.
 
I candidati vengono valutati individualmente – non a coppie – sulla base delle competenze precedentemente acquisite ed in particolare delle capacità contenutistiche, metodologiche e relazionali dimostrate durante lo svolgimento della prova e in generale del corso.
 
Le persone selezionate sono successivamente sottoposte, nel mese di ottobre/novembre 2019, ad un ultima prova – composta da n. 2 incontri di 2, 5 ore cadauno – finalizzata a verificare il consolidamento delle conoscenze sul I, II e III modulo del corso e la corretta applicazione in aula di contenuti e metodi del progetto “Liberi dalle mafie”, a fronte di un pubblico di veri studenti. Il candidato viene affiancato da un formatore esperto che coordina e supervisiona l’andamento della lezione, riportando poi l’esito agli altri membri del Comitato di selezione. L’esito positivo di quest’ultima verifica sancisce l’avvio della collaborazione e l’entrata a pieno titolo nello staff formativo dell’associazione, a partire indicativamente da novembre/dicembre 2019.
 
L’obiettivo del corso – oltre quello di sensibilizzare tutti partecipanti – è individuare tre nuovi formatori/trici da inserire nei percorsi formativi “Liberi dalle mafie” in programma negli Istituti Comprensivi e Superiori dei comuni della Bassa Romagna, Ravenna, Bologna, Imola e Castel Bolognese.
 
L’attività è organizzata a titolo gratuito da Associazione Pereira, Sos Impresa Emilia Romagna, Confesercenti e Cescot Ravenna, con la partecipazione di Libera Forlì
 
PER APPROFONDIMENTI: clicca “LEGGI” in basso a destra
(all’interno possibilità di scaricare regolamento e scheda d’iscrizione)
 
Grafica locandina Paolino Bassi.

BOLOGNA CONTRO MAFIE E CORRUZIONE…CON PIERCAMILLO DAVIGO!

evento finale del progetto "Liberi dalle mafie" che ha coinvolto oltre 800 studenti degli Istituti Superiori di Bologna e Ravenna

 

Per un’idea di cittadinanza contro ogni forma di mafia e corruzione che inizi dalla scuola e dai giovani
 
lunedì 27 maggio
Aula Magna “Falcone e Borsellino”, Istituto Belluzzi di Bologna
(evento non pubblico)
 
Dibattito con PIERCAMILLO DAVIGOPresidente della II Sezione Penale presso la Corte Suprema di Cassazione e membro togato del Consiglio Superiore della Magistratura
 
Evento conclusivo per oltre 300 studenti e docenti degli Istituti Scolastici Superiori di Bologna e provincia che hanno seguito in aula il percorso formativo “Liberi dalle mafie” da gennaio a maggio 2019.
 
Il progetto ha visto fra le altre cose, nei vari territori, l’incontro e la testimonianza diretta di:
 
Donato Ungaro – giornalista, ex impiegato al Comune di Brescello e collaboratore de La Gazzetta di Reggio, che con le sue inchieste ha acceso i riflettori sulle collusioni mafiose nella provincia di Reggio Emilia. Per la sua attività giornalistica gli è stato riconosciuto il prestigioso Premio Giorgio Ambrosoli 2018
 
Giuliano Palagi – Direttore di Acer Bologna e membro della commissione consultiva permanente di Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, per la prevenzione e il contrasto a mafie e corruzione
 
Giulia Migneco – Responsabile Comunicazione di Avviso Pubblico, esperta delle tematiche relative alla diffusione dell’Azzardo e alle attività di riciclaggio del denaro sporco tramite questo settore
 
Associazione Gam-Anon – associazione di familiari e amici di giocatori compulsivi
 
“Liberi dalle mafie” è promosso e realizzato dall’Associazione Pereira
 
Con il contributo di:
Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna
La BCC – Credito cooperativo ravennate, forlivese e imolese
 
Con il patrocinio di:
Comune di Bologna – Sindaco
Comune di Ravenna – Assessorato Pubblica Istruzione
 
In collaborazione con:
Avviso Pubblico – Enti locali e Regioni per la formazione civica contro le mafie
Sos Impresa – Emilia Romagna
Confesercenti – Ravenna
Libera – Bologna e Ravenna
Associazione Paolo Pedrelli – Bologna
Le Terre di Don Peppe Diana – Castel Volturno
La Casa di Paolo – Palermo
 

(Grafica locandina di Paolo Bassi)

LA CASA DI PAOLO BORSELLINO

...e di tutti gli italiani onesti che sentono ancora il fresco profumo della Libertà

 

 
La Casa di Paolo (4’50” Italia 2015)
 
Realizzato da:
Matteo Pasi, Massimo Venieri, Fabrizio Varesco
 
Il video è stato realizzato dall’Associazione Pereira e dalla Varesco Produzioni a titolo puramente gratuito, in segno dell’amicizia e della stima per Salvatore Borsellino e per il movimento delle Agende Rosse.