STUDENTI “LIBERI DALLE MAFIE” A IMOLA!

percorso formativo su mafie e corruzione per oltre 400 studenti di 8 Istituti Superiori di Imola, a.s. 2017/18

 

 
Il principio fondante del progetto “Liberi dalle mafie” è che gli studenti e le giovani generazioni inizino un vero e proprio percorso che dalle scuole possa “riversarsi” al di fuori delle stesse, divenendo in questo modo soggetti attivi della Comunità ed “imprenditori” di se stessi e dei valori della cittadinanza.
 
Per questo motivo e con questo spirito è stato ideato un percorso educativo multidisciplinare fortemente coinvolgente in grado di unire sinergicamente:
 
a) lezioni frontali
b) uso mirato del web
c) comunicazione audio visuale
d) incontri diretti con testimoni quali familiari di vittime di mafia, vittime di racket, usura, gioco d’azzardo, testimoni di Giustizia, magistrati, giornalisti sotto scorta ed esperti in materia
 
Con il contributo di:
Fondazione Cassa di Risparmio di Imola
 
Con il patrocinio di:
Comune di Imola

MEMORIA e IMPEGNO NELLE SCUOLE DELL’EMILIA ROMAGNA

Proiezioni, dibattiti e testimonianze dirette sulla Memoria del nostro Paese

 

Ogni anno numerose scuole medie e superiori chiedono all’Associazione Pereira di parlare-dibattere-conoscere-confrontarsi sulla Memoria del nostro Paese: dal 2010 la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 è stata raccontata con immagini, suoni, voci e testimonianze dirette a più di 4.500 studenti/esse dell’Emilia Romagna, che hanno potuto dibattere con i testimoni diretti delle vicende narrate quali superstiti, familiari di vittime della strage, magistrati, giornalisti ed esperti in materia.
 
Ultima proiezione realizzata:
 
- sabato 24 febbraio, presso il Liceo Scientifico “Ricci Curbastro” di Lugo (non aperto al pubblico) alla presenza di numerose classi quarte e quinte, a seguire la testimonianza di AGIDE MELLONI, autista del tristemente famoso “autobus 37″, e il dibattito finale con quest’ultimo e gli autori presenti.